La Sartiglia

La Sartiglia

La Sartiglia è una giostra equestre di origine forse medievale, lascito della dominazione catalana, che si tiene l'ultima domenica e l'ultimo martedì di carnevale. È organizzata dai due gremi più antichi di Oristano: il gremio dei contadini, che corre la domenica e il gremio dei falegnami che corre il martedì. Il capo-corsa è "Su Componidori", lo accompagna il secondo "Su Secundu", il terzo "Su Terzu Cumpoi" e un certo numero di cavalieri. Partecipano alla sartiglia 40 pariglie, scelte tramite selezioni, per un totale di 120 cavalieri. Il cerimoniale della Sartiglia ruota intorno alla figura de su Componidori. Il 2 di febbraio di ogni anno, festa della Candelora , le massime autorità del Gremio dei Contadini e del Gremio dei Falegnami nominano ufficialmente il proprio Componidori.

I giganti di Monte Prama

I giganti di Monte Prama

I Giganti di monte Prama sono sculture nuragiche scolpite a tutto tondo. Spezzate in numerosi frammenti, sono state trovate casualmente in un campo nel marzo del 1974 in località Mont’e Prama, a Cabras, nella Sardegna centro-occidentale. Le statue sono scolpite in pietra calcarea locale e la loro altezza varia tra i 2 e i 2,5 metri. Dopo quattro campagne di scavo effettuate fra il 1975 e il 1979, i circa cinquemila frammenti rinvenuti – tra i quali quindici teste e ventidue busti – vennero custoditi nei magazzini del Museo archeologico nazionale di Cagliari per trent’anni, mentre alcune tra le parti più importanti vennero esposte nello stesso museo. Insieme a statue e modelli di nuraghe furono ritrovati anche diversi betili del tipo “oragiana”, in genere pertinenti a una o più tombe dei giganti.

La corsa degli scalzi

La corsa degli scalzi

La prima domenica di settembre, Cabras è in festa, ma soprattutto diventa esempio di tradizione. Una massa sempre numerosa di corridori scalzi prende in consegna il simulacro in legno di “Santu Srabadori” (San Salvatore), che viene portato dalla parrocchia di Santa Maria Assunta (a Cabras) fino alla chiesetta di San Salvatore, che sorge nella penisola omonima. Un folto gruppo di giovani a piedi nudi e vestiti con il saio bianco dei penitenti trasporta il Santo in spalla attraverso i sentieri, circondati dalle stoppie e dai pascoli, di corsa per 12 chilometri. Questa manifestazione risale presumibilmente al 1619 e simula il salvataggio della statua, conservata nella chiesetta, dall’invasione dei mori.

L'Ardia

L'Ardia

L'Ardia è una manifestazione tradizionale che si tiene a Sedilo e a Pozzomaggiore, in Sardegna, il 6 e 7 luglio di ogni anno e consiste in una rituale processione a cavallo con tre tappe finali di corsa per raggiungere il santuario dedicato all'imperatore romano Costantino I (localmente chiamato Santu Antinu che nel 312 sconfisse Massenzio, usurpatore a Roma, nella battaglia di Ponte Milvio. Benché manifestazioni che rientrano nel profilo dell'Ardia, si tengano anche in molti altri centri dell'Isola, in occasione di diverse festività religiose (per esempio a Noragugume (NU), si corre l'ardia in onore della Beata Vergine d'Itria, e a Dualchi (NU) si corre l'ardia per i santi Pietro e Paolo), la più strutturata e consolidata è s'Ardia di Santu Antinu di Sedilo.

HOTEL REGINA D'ARBOREA